Se ti piace il mio blog clicca qui

giovedì 21 aprile 2011

Pizza bianca

La pizza bianca è un qualcosa che è stata sempre presente nella mia vita, non la pizza bianca romana di cui si parla in tantissimi blog, ma la pizza viterbese quella dai bordi un pò alti ma bassa asll'interno, con una pasta in cui si vede quanto è stata "strascinata", cioè allungata, sulla teglia, dall'ottimo sapore di olio di oliva e sale. Ho sempre avuto questa pizza con me sin dalle elementari; alle superiori la prendevo in un forno, che ora non esiste più, in via Garibaldi a Viterbo, all'università prendevo due pezzi di questa pizza e ci mettevo in mezzo il salame , il formaggio o la mortadella. Da quando sono a Trieste ho provato a ritrovare una pizza perlomeno simile, ma la ricerca è stata infruttuosa, così ogni volta che ne ho voglia la preparo io.

Ingredienti:
400 gr di farina 0
300 ml di acqua tiepida
12 gr di lievito di birra fresco (oppure 1/2 bustina di lievito di birra granulare)
2 cucchiai di olio e.v.o.
1 cucchiaino di zucchero
1cucchiaino di sale.
Dai 300 ml di acqua tiepida, prelevare un bicchiere di acqua e scioglierci il cucchiaino di zucchero, poi unire il lievito di birra e lasciarlo sciogliere per 10 minuti. Mettere la farina in una ciotola da impasto, aggiungere il lievito e, pian piano, il resto dell'acqua (l'acqua va aggiunta poca alla volta perchè non tutte le farina la assorbono alla stessa maniera, per alcune è necessario usare meno acqua per altre un pò di più). Impastare bene, poi aggiungere il sale e l'olio. Chiudere bene la ciotola, e porla in luogo tiepido a lievitare per 2 ore (io di solo metto dentro il fornetto a microonde spento, dopo averlo riscaldato per 2 minuti alla massima potenza). Dopo questo tempo, la pasta sarà bella gonfia e dovrà essere trasferita su un piano da lavoro e lavorata di nuovo a mano; formare quindi una palla, coprirla con una ciotola rovesciata, e lasciarla lievitare per altri 30 minuti.
Spalmarsi adesso un pò di olio di oliva sulle mani e stendere l'impasto sulla teglia ben unta di olio tirandola in lunghezza e larghezza il più possibile, spolverizzare con sale e versare dell'olio extra vergine di oliva a filo. Premere con i polpastrelli tutto l'impasto come per creare delle fossette e lasciar lievitare la pizza per ulteriori 30 minuti. Nel frattempo accendere il forno e portarlo a 250°C; trascorsi i 30 minuti infornare la teglia e cuocere per circa 10-15 minuti o finchè la pizza non avrà assunto un bel colore dorato.


5 commenti:

  1. Mmm che buona! Bravissima...

    RispondiElimina
  2. bella! la farò dopo Pasqua, ma con il lievito madre, poi ti racconto...ciao cara e auguri

    RispondiElimina
  3. Thіs is a topic which is neаг to my heart.
    .. Take care! Exactlу where are youг contаct details though?



    Heгe is my page; Bucket Trucks
    my webpage - buccket truck

    RispondiElimina
  4. Ӏ am really impressed with youг wrіtіng
    sκills and also ωith thе lаyout on your
    weblog. Is thiѕ a paid thеme or did you custοmіze it yourѕelf?
    Anyway keep up the еxcellent quality writing, it іs гаre to
    ѕеe a greаt blοg like thіs
    one thesе days.

    Havе а looκ at my websіte how to buy and sell cars for profit

    RispondiElimina
  5. bookmarked!!, I liκe yοur sіte!


    Hеrе is my blog ρost - frisco houses for rent

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...