Se ti piace il mio blog clicca qui

domenica 25 marzo 2012

Cucina regionale giuliana: Persuto in crosta de pan col cren

©http://nuvoledifarina.blogspot.it Eccoci di nuovo al venerdì con un nuovo appuntamento sulla cucina regionale, l'argomento della settimana è quello degli antipasti, un tema molto utile da affrontare visto che ci avviciniamo ai grandi menù della Pasqua. Il giro d'Italia questa volta quindi si arricchirà anche di questi piatti, semplici negli ingredienti ma basilari perché sono quelli che ci guidano verso i grandi piatti (primi e secondi). Questa settimana andiamo a sbirciare in queste regioni:

CALABRIA: Purpetti i mulingiani di Rosa ed Io 
CAMPANIA: Bruschette napoletane di Le Ricette di Tina 
SICILIA: Cacoccili friuti di Cucina che ti passa 
TOSCANA:  Crostini neri ai fegatini di pollo di NonSolo Piccante 
LOMBARDIA: I Margottini di L’Angolo Cottura di Babi
VENETO: Antipasto d’inverno di Semplicemente Buono
PIEMONTE:  Pevrónni péinni di La Casa di Artù
EMILIA ROMAGNA: Gnocco fritto di Zibaldone Culinario
TRENTINO ALTO ADIGE: Tortel de patate con composta de pomi alla canella e fasoi di A Fiamma Dolce 

Qui da me per il FRIULI VENEZIA GIULIA: Persuto in crosta de pan col cren  


Come al solito post in dialetto e più sotto il post in italiano:



El parsuto in crosta ogi xe un dei piato che xe facile trovar in giro pei buffet, ma una volta iera  un piato tipico de Pasqua; xe un misiot dela tradizion latina medievalede cusinar la carne nella crosta del pan e quela boema de per parsuto usado, un fia fumigado. La riceta xe sai facile, praticamente xe de far cusinar el prosciutto in una crosta de pan alta un centimetro; come el se cusina se squaiera el grasso che impregnerà el pan. La crosta sarà croccante de fora e morbida de dentro.

Prosciutto avvolto dalla pasta di pane


De solito se adopera un picio persuto intiero, ma visto che goi lavorado con poca roba lo go ciolto in supermercato e la fettona la xe stada taiada in due tochi e alora go dovuto meterle insieme; ve poso dir che però el me xe vignù sai bon. El piato se servi liberando el persuto della crosta e tarandolo a fettine, dopo se lo porta in tola col pan fato a tocheti pici e un col cren.

Ecco la ricetta:

800 g de persuto cotto fumigado (Praga) (possibilmente in un toco unico)
1 kg  de pasta de pan za pronta
Se tira la pasta del pan e in mezo te meti el cotto, te lo involtizi e te meti tuto in forno a 200° per un  oretta coverzendo la pasta de pan con l’alluminio se el diventa tropo scuro. Dopo che te lo ga tirado fora  te lo lasi star per 10 minuti, dopo te lo tai e te lo porti in tola col pan fato a tocheti e col cren. Ve speto per un rebechin!


IN ITALIANO:

Il prosciutto in crosta di pane oggi è uno dei piatti che si trova molto facilmente nei buffet, originariamente era un piatto che veniva servito per la Pasqua; la sua origine è mista infatti si rifà sia alla tradizione latina medioevale nel cuocere la carne in un guscio di pane e alla tradizione boema per il tipo di prosciutto usato: un prosciutto cotto leggermente affumicato. La ricetta è semplicissima e si basa sul far cuocere il prosciutto cotto in un guscio di pasta di pane spessa 1 cm; durante la cottura il grassetto del prosciutto si scioglierà e impregnerà di gusto la pasta di pane. Quest'ultima risulterà croccante fuori e morbida all'interno.
In genere si usa un prosciuttino intero, ma dato che ho lavorato con pochissime quantità io l'ho preso in supermercato e la fettona mi è stata tagliata in due per cui ho dovuto assemblare da me; vi dirò che è venuto buono lo stesso. Il piatto si serve liberando il prosciutto dalla gabbia di pane e tagliando delle fettine, il tutto va portato in tavola accompaganto dal pane ridotto in scagliette e da una abbondante spolverata di cren.
Ecco la ricetta:

800 gr di prosciutto cotto affumicato (preferibilmente un unico pezzo)
1 kg di pasta di pane già pronta

Si stende la pasta di pane e al centro si mette il pezzo di cotto, si chiude a saccottino e si mette il tutto a cuocere in forno a 200° per circa 1 h avendo l'accortezza di coprire la pasta con carta alluminio se dovesse scurirsi troppo. Una volta tirato fuori dal forno, il prosciutto va fatto riposare per un 10 minuti e poi servito a fette e accompagnato da crosta e cren. Vi aspetto per l'assaggio!

66 commenti:

  1. Questa ricetta è uno spettacolo Stef!!!!!mamma mia, è strainvitante!!!!!l'interno è proprio ricco!!!!Un bacioneeeeeee

    RispondiElimina
  2. facile facile mi piace!belle foto cara ^_^ un bacione

    RispondiElimina
  3. Quanto verrei volentieri per l'assaggio cara Stefania!!!!!!!!Meravigliosa e super invitante ricetta!!!!! Un bacione e grazie mille!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Che buono! Mi raccomando metti da parte due fette per noi!
    Brava!

    RispondiElimina
  5. Assaggerei ben volentieri! L'idea del grasso del prosciutto che si scioglie nel pane....mamma mia che buono e chissà che profumino! Grazie per questa gustosissima ricetta e buona serata, Babi

    RispondiElimina
  6. Questo antipasto è un piatto davvero fantastico. Completo e squisito.
    Un bacione!

    RispondiElimina
  7. Che bello scoprire queste ricette,questa è bella ricca,tutta da gustare.......

    RispondiElimina
  8. Beh anche tu con la ricetta originale non scherzi!!
    Ragazze con questa meraviglie sono ingrassata solo a guardare le foto!! bravissima!

    RispondiElimina
  9. Non avevo capito che si riferiva al prosciutto...che svampita che sono, ottima ricetta.
    Il cren faccio fatica ad abbinarlo, però solo ieri ho assaggiato una maionese al cren..profumatissima e poco piccante...fantastica! potrei abbinarla al tuo pane ripieno! baci

    RispondiElimina
  10. @yrma: grazie dolcissima, hai visto la foto di cui ti parlavo :))

    @tina: si è facilissimo, prova piace a tutti!

    @renata: vieni vieni, mi farebbe molto piacere

    @semplicemnte buono: certo :)

    RispondiElimina
  11. @babi: grazie a te ^^

    @ilaria: grazie ^^

    @rita: grazie mille

    @suzy: ahaha capita spesso anche a me di sentirmi i chili di troppo solo per aver occhieggiato ricette invitanti

    @elena: sì il cren è uno di quei sapori che non piace proprio a tutti, noi lo grattugiamo fresco ed è piccantissimo, però esiste anche in barattolino e lì il gusto è molto mitigato. un bacio

    RispondiElimina
  12. Stefania è una meraviglia!!!SUPER SUPER SUPER!!!
    Ora passo dalle altre Mycs. bacioni little sister

    RispondiElimina
  13. Eccola la mia creatrice, questa si ke è una ricetta da F.A.V.O.L.A.!!!! semplicemente golosa!!! mamma mia che ricette fantastiche ke hai postato, bravissima stellina!!
    un abbraccio forte!!!!
    M.Luisa.

    RispondiElimina
  14. Quando avevo letto il titolo avevo pensato a qualcosa di stupendo, invece..... È molto di più che stupendo è divino!!! Ma la cosa sempre bellissima é il post in dialetto, e .... La foto finale!!

    RispondiElimina
  15. Che meraviglia di ricetta, sai che non la conoscevo!!!
    Baci

    RispondiElimina
  16. Complimenti Stefania è una ricetta da svenimentoooooooooooo

    RispondiElimina
  17. Una bella ricetta! Complimenti!

    RispondiElimina
  18. è proprio un vanto della cucina triestina, brava Stefania !

    RispondiElimina
  19. Che bontà! Nella mia precedente vita glutinosa l'ho assaggiato fatto ed era ottimo. Il tuo è golosissimo e come non poteva esserlo??? Adoro questo appuntamento, il triestino è nella famiglia di mio marito (molto austroungarica tra nonni e bisnonni triestini, trentini e croati, tutto Impero Austroungarico). Eppoi adoro la tua professionalità♥

    RispondiElimina
  20. Mi hai lasciata a bocca aperta... devo assolutamente concedermi una vacanza dalle tue parti.
    Ciao, Sara

    RispondiElimina
  21. Che bonta' e' fantastico....mai realizzato...tu sei stata bravissima come al solito!!!!!!!!!Buon we e buona vita

    RispondiElimina
  22. mi piace molto questa rivisitazione di ricette regionali, una bella ricetta che si presta a stupire gli ospiti

    RispondiElimina
  23. Bella Stefania..davvero interessante...poi per me che vivrei di pane.. Buona giornta !

    RispondiElimina
  24. E' vero, un piatto che stupisce! Sembra un semplice filoncino di pane e invece...sorpresa!!! Brava Stefy! :)

    RispondiElimina
  25. Ammazza e tu lo chiami antipasto questo..? ma è una vera bontà!!! vado a sbrirciare le altre.. baci e buon sabato .-)

    RispondiElimina
  26. @carla: grazie sister, hai visto lealtre mycs che bontà che hanno fatto?

    @maria luisa: grazie tesoro, che bello rileggerti, mi dispiace per il periodo nero. Un abbraccio forte

    @Artù: bella è la foto? ahaha un bacione p.s. ma quando venite a mangiarlo???

    @Laura: non sai che prelibatezza che è

    RispondiElimina
  27. @laura: grazie mille

    @nani: grazie cara

    @chiara: è vero, peccato non aver trovato il prosciuttino in unico pezzo, sarà per la prossima volta

    @fabi: allora questi piatti che posto li conosci tutti o quasi :) un bacione cara e grazie per le parole

    RispondiElimina
  28. @sara: ti aspetto a braccia aperte

    @raffaella: grazie mille

    @gunther: grazie mille, le ricette regionali meritano di ricevere un pò più di attenzione vero?

    @mary: non dirlo a me che mi piace in tutte le salse...

    RispondiElimina
  29. un bellissimo antipasto semplicissimo da fare ma super sfizioso!! no devo farlo appena avrò ospiti a cena!
    Bravissima!! bacioni e buon fine settimana

    RispondiElimina
  30. @emanuela: è vero, per chi non lo conosce aprirlo da un bell'effetto sorpresa, un bacio

    @claudia: in teoria lo è, in pratica a casa mia è un piatto unico *_*

    RispondiElimina
  31. @rumi: poi mi devi far sapere se è piaciuto eh?, un bacio

    RispondiElimina
  32. Veramente bello e appetitoso... Che fame!!!
    Complimenti sinceri, è una meraviglia!

    RispondiElimina
  33. che buono così, non c'è bisogno di tagliare il pane,il prosciutto cotto è già dentro, comodissimo, buon weekend

    RispondiElimina
  34. Ecco cosa mi manca di Trieste... è una delle cose più buoneeeee!
    Buon weekend

    RispondiElimina
  35. Stefi, solo per la bonta' di questa ricetta ti adoroooo!
    Che meraviglia e che gusto!

    RispondiElimina
  36. Stefania, questa versione (scrivo in lingua per non tradurre) con i pezzi così come da foto non l'avevo mai vista ma la coscia di prosciutto - la nostra per intenderc i "cotto praga" che in nessun altra parte d'Italia si trova, venisse completamente avvolta nella pasta di pane, cotta in forno e in dal salumiere la trovi "cotto caldo in crosta...".
    Quello che si vede nella foto non è però il nostro "praga" sembra più il classico per toast o sbaglio???
    Dimme se go sbaiado!!!!!!
    Ciao e bona domenica

    RispondiElimina
  37. ne sono ghiottissima, brava Stefania, che meraviglia!!!

    RispondiElimina
  38. Ottimo da mangiarne subito una fetta..
    Baci notte..

    RispondiElimina
  39. Bello leggere la ricetta in dialetto, impreziosisce ancora di più la tipicità della ricetta :-D

    RispondiElimina
  40. bellissima questa ricetta e sicuramente golosa complimenti

    RispondiElimina
  41. questo pane che avvolge il prosciutto e' una cosa incredibilmente buonaaa! Stefania ora un bel pezzo me lo mangerei:-) buona domenica

    RispondiElimina
  42. Sicuramente questa sarà la ricetta che farò per Pasqua bellissima complimenti
    ciao a presto da Angela

    RispondiElimina
  43. Che bontà deve essere questo pane con il sapore e il gusto del prosciutto affumicato...lo sento già sotto i denti!:)
    p.s. Ho dei problemi a caricare la mia ricetta pubblicata oggi per il tuo contest! Blogger a me non me la fa vedere anche se mi conferma che è stata pubblicata nei commenti del post. Sul mio home page ho fatto tutto come si deve! Fammi sapere se devo fare ancora qualcosa! Ciao, buona domenica... baci!

    RispondiElimina
  44. anche se non ci capisco molto leggo il tuo post in dialetto e resto incantata :)immaginando la cadenza tipica. poi passo a quella in italiano per la ricetta :9 e questa è davvero meravigliosa :) buona domenica

    RispondiElimina
  45. Vengo a conoscenza solo ora ti questa tua iniziativa, è divertentissima! =)) anche io leggo in dialetto che mi piace tanto scoprire gli altri d'Italia!Comunque scusa se ti ho intasato lo spazio dei commenti sul tuo contest, il mio proprio non lo vedevo! Diciamo che sui 200 che ci sono un buon 80% è solo mio! =P Che imbranata! =) a presto!

    RispondiElimina
  46. Mi piace!!!!! Non lo conoscevo ma mi piace!!!! E come mi piace leggere il dialetto :-) Anche se non lo conosco :-)

    RispondiElimina
  47. complimenti, ricetta favolosa, sicuramente sarà uno degli antipasti a Pasqua!
    ciaooo e buona serata
    smakkkkk

    RispondiElimina
  48. Eccomi, pronta all'assaggio. Apro il vino, penso che il nostro Pigato si accompagni benissimo. Cin cin, baci

    RispondiElimina
  49. @morena: grazie mille

    @2 amiche in cucina: verissimo e che bontà ^^

    @alessia e tiziana: si è uno dei piatti più rappresentativi vero? un bacio

    @gemma: grazie mille

    RispondiElimina
  50. @edvige: purtroppo è un affettato a coltellato cotto di "praga" :(

    @la pasticciona: grazie mille

    @simona: grazie mille

    @tina: grazie mille

    RispondiElimina
  51. @inco: grazie cara, buona notte

    @paola: grazie mille

    @elena: grazie cara

    @ombretta: grazie mille, un bacione

    RispondiElimina
  52. @angela: fammi sapere allora se piacerà, un abbraccio

    @emily: grazie mille per le tue parole per il contest è tutto ok

    @rosy: sono contenta che hai apprezzato oltre la ricetta anche la parte in dialetto, un bacio

    @gio: siamo un gruppo di blogger che settimanalmente propongono una ricetta tipica appartentente a un determinato argomento o con un ingrediente in particolare, unisciti anche tu!!!

    RispondiElimina
  53. @ely: il dialetto è come se caratterizzasse un pò di più la ricetta vero? un abbraccio

    @bruna: fammi sapere se lo farai, un bacio

    @carla emilia: vieni e porta il vino ^^ un abbraccio

    RispondiElimina
  54. Menudo bocado esta bien rellenito, tiene que estar delicioso, besos

    RispondiElimina
  55. Ciao cara ho inviato la ricetta per il tuo contest ma il commento non si visualizza mi puoi far sapere se hai ricevuto il link?

    RispondiElimina
  56. ciao cara, davvero delizioso questo pane con il prosciutto.
    un bacione e buona giornata
    sabina

    RispondiElimina
  57. Buongiorno tesoro!!!Buon inizio settimana bellezza!!un bacione ciaooooooo

    RispondiElimina
  58. Che bello conoscere così tante meravigliose ricette delle nostre regioni! Bellissimo e chissà che profumato il pane in crosta e poi accompagnato dal cren....quanto mi manca!! bacione carissima buon inizio settimana

    RispondiElimina
  59. Delizioso...anche se non ho capito niente in dialetto (poi ho visto la versione in italiano!) :-)

    RispondiElimina
  60. Grazie Stefania, lo terrò presente per Pasqua.
    Mandi

    RispondiElimina
  61. bella questa ricetta...ti chiedo però una cosa...la pasta di pane va fatta lievitare?....prima... dopo...mai?
    grazie!

    RispondiElimina
  62. @sofia aurora: gracias, besos

    @veronica: arrivatissima un bacione e grazie

    @sabina: grazie mille

    @tina: grazie dolcissima!!!

    RispondiElimina
  63. @ornella: peccato tu non lo riesca a trovare in Grecia, il cren è una delle poche cose a cui non so dir di no

    @jeggy: ahaha per fortuna l'ho messa allora

    @rosetta: prego ^^

    @cristina: la devi far lievitare, fai conto come per far la pizza solo che invece di stenderla in teglia la avvolgi attorno al prosciutto

    RispondiElimina
  64. Che meravigliaaaaaaaaaaaaaaaa! Questa te la copio sicuramente. Ricordo che quando ero piccola e venito a trovare i parenti a Trieste il prociutto cotto non mancava mai, quanti ricordi perduti mi hai fatto riaffiorare! Baci
    M.G.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...