Se ti piace il mio blog clicca qui

lunedì 7 maggio 2012

Cucina regionale giuliana: Minestra de bobici

©http://nuvoledifarina.blogspot.it Come annunciato in questi giorni l'appuntamento con il regionale si sposta al lunedì per uniformarci con la bella stagione che ci vede il weekend sempre più spesso fuori nel weekend a goderci fino a tarda serata le belle giornate di sole, anche se per ora stentano ad arrivare. il tema di oggi è stato una bella sfida, infatti si trattava di tirar fuori dal cilindro delle nostre conoscenze una ricetta light. Questa settimana non sarà con noi la Campania, ma mando un abbraccio forte a Tina e la aspetto per il prossimo appuntamento, ma vediamo cosa possiamo gustare oggi:


CALABRIA:  Insalata di stocco  di Rosa ed Io
SICILIA:  Insalata di Baccalà di Cucina che ti Passa 
TOSCANA: Vellutata di porri di Non Solo Piccante
LOMBARDIA:   Crema di asparagi alla milanese  di L’Angolo Cottura di Babi
VENETO:  Moscardini alla veneziana di Semplicemente Buono 

PIEMONTE:  Povronà  di La Casa di Artù
EMILIA ROMAGNA: I buslanei  di Zibaldone Culinario 
TRENTINO ALTO ADIGE:  El smizolà e l’orzetto alla trentina di A Fiamma Dolce 
PUGLIA:  La rasc...com la uè la fasc di Breakfast da Donaflor 
LAZIO: Vellutata di broccolo romano con l’Arzilla  di Chez Entity 
LIGURIA:     ancioe crue a l’agro co-e tomate di Un’arbanella di Basilico
UMBRIA:  Bandiera    di 2 Amiche in Cucina   
MARCHE: I tajarin senza uova con sugo di pomodoro di La Creatività e i suoiColori
ABRUZZO: Ciabotto  di In Cucina da Eva

e qui da me: FRIULI VENEZIA GIULIA: Minestra de bobici
come al solito post in dialetto e sotto in italiano:



La minestra de bobici xe la minestra de formenton, la vien fatta in estate con le panoce fresche, xe un tipico piatto dei contadini, tipico del Carso e de origine slava, difatti a Trieste no se trovava le panoce giovani e le rivava solo con le “iuze” le contadine che le vigniva a vender le verdure della campagna in città. Sta minestra se la trova facilmente sia nei locai del Carso che in tuta l’Istria, e la se ottima magnada tiepida.
Come go za dito l’ingrediente base xe le panoce de latte, che in supermercato se trova tutto l’ano, ma visto che el formenton se lo pol congelar xe meio far scorta in estate e tignir i chicchi in congelator.
Ecco cosa ne servi per far sta minestra:

240 gr de bobici (2 panoce)
150 gr de fasoi freschi
1 patata
1 pomidoro
1 osso de persuto
20 gr de panzeta
Oio extravergine de oliva
Sal, pevere
Taiemo la patata a tocheti e cusinemola coi fasoi, el pomidoro a tocheti, l’osso de persuto per almeno meza ora. Inun altra pignata cusinemo el formenton fina a che la pelle diventa tenera. Ciolemo un pochi de fasoi, de patate, de bobici e schiaccemoli fina a far una purea e tignimola de parte. In un padellin squaiemo a fogo basso la panzeta, dopo metemola con la patata, i fasoi, i bobici e lasemo che se insaporisi per 10 minuti e la minestra xe pronta. Chi vol un poca?


IN ITALIANO:
La minestra di bobici è la minestra di mais novello, è tipicamente estiva e viene fatta con le pannocchie giovani; è un piatto tipico contadino, tipico della zona del Carso ed è di origine slava, infatti le pannocchie giovani a Trieste erano di difficile reperimento e arrivavano solo con le "iuze", ovvero le contadine, che venivano a vendere i loro prodotti dalla campagna in città. Questa minestra la si riscontra facilmente nei menù dei locali tradizionali non solo nel Carso ma in tutta l'Istria ed è ottima se gustata tiepida.
Come già detto l'ingrediente base sono le pannocchie da latte, queste grazie ai supermercati sono reperibili tutto l'anno, ma visto che il mais può essere congelato allora conviene farne una bella scorta durante l'estate e tenere i chicchi in congelatore.
Ma ecco cosa occorre per preparare la minestra:

240 gr di mais fresco (circa 2 pannocchie)
150 gr di fagioli freschi
1 patata
1 pomodoro
1 osso di prosciutto  
20 gr di pancetta
olio extravergine di oliva
sale, pepe
Tagliamo la patata a dadini e cuociamola assieme ai fagioli, al pomodoro a tocchetti e all'osso di prosciutto per almeno 30 minuti. In un altra pentola cuociamo il mais finché la pellicina esterna non risulta tenera. Prendiamo un po' di fagioli, patate e mais e schiacciamoli fino a formare una purea e teniamo da parte. In un padellino facciamo sciogliere a fuoco basso la pancetta, uniamola poi ai fagioli e alla patata e uniamo anche il mais, facciamo insaporire per 10 minuti e la minestra è pronta per essere gustata. Chi vuole favorire?

59 commenti:

  1. Buongiorno Stefania!!!!!Mai cucinato il mais a zuppa ...e mi sembra un'interessante e golosa proposta da provare assolutamente...la mia bimba ne va matta!!!!!!!!GRAZIE per questo bellissimo piatto
    Un bacio e inizia una grande settimana!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. Buongiorno Stefania e grazie del bellissimo post. Ci hai regalato un piatto davvero particolare r ricco di storia. Mi incuriosisce tantissimo, la prossima volta che trovo le pannocchiette giovani mi lancio anch'io nella preparazione. Buona settimana, Babi

    RispondiElimina
  3. Ma sai che è davvero interessantissima questa ricetta??? in effetti è molto originale e davvero insolita!!!! mi piace mi piace!!!

    RispondiElimina
  4. Ma dai...con le pannocchiette!!!che bella idea!!!c'è sempre da imparare dalla nostra splendida Italia!!!!Immagino il sapore...io adoro le pannocchie già cosi..in zuppa poi!!!!Un bacioneeeeeeeeeeeee

    RispondiElimina
  5. ciao, il mai di solito lo uso nell'insalata o arrostito, mai provato così, baci

    RispondiElimina
  6. Una zuppa con mais, fagioli e patate?? ma deve essere molto particolare!!! sopratutto per il mais appunto.. baci e buon lunedì .-)

    RispondiElimina
  7. Mai mangiata una zuppa con il mais ! Devo rimediare ! Un bacione !

    RispondiElimina
  8. adoro le minestre..la tua è fantastica brava!!ciaoo cara

    RispondiElimina
  9. Ciao Sefania bona la minestra de bobici....la fa molto buona Suban ma la tua...te l'ho detto ...ti do l'indirizzo e mandami i piatti pronti :DDDD
    Buona settimana

    RispondiElimina
  10. Cara Stefania, spero che ti faccia piacere sapere che ho rivisitato e pubblicato sul mio blog una torta che hai fatto un po' di tempo fa..
    Molto bella la minestra de bobici;) la cucina giuliana è sempre più interessante! un bacione!
    a presto:*

    RispondiElimina
  11. e' una specie di minestra di fagioli ma con il mais:-) non la conoscevo mica! deve essere ancora piu' buona:-) baci

    RispondiElimina
  12. ciao cara Stefania...ma che originale questo piatto con le pannocchie! una zuppa molto gustosa e mi piace abbinata ai fagioli!
    sempre belli i tuoi post in dialetto!
    bacioni e buona settimana

    RispondiElimina
  13. Ciao Stefania!!!
    Buonissima questa minestra! Non la conoscevo ma m'incuriosisce molto!!! Poi io le pannocchie da latte le trovo facilmente! Ci sono i campi davanti a casa mia! ^_^
    La dovrò tenere in considerazione! ^_^
    Un bacio e buon Lunedì!

    RispondiElimina
  14. Brave... ricette light così posso provarle anch'io che sono.... anzi diciamo "sarei" a dieta ^_^!
    Un bacio Tiziana

    RispondiElimina
  15. Light o non light questa minestra è così deliziosa che mi ci fiondo dentro!
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  16. Me la sono gustata in dialetto ^__^
    Buonissima!!!! Adoro le tradizioniiiii!!!!
    Un bacio grande!!!!

    RispondiElimina
  17. Ogni volta che fai queste ricette mi si apre il cuore e torno all'infanzia!! Grazie cara!!

    RispondiElimina
  18. Non riuscivo ad immaginare cosa fossero i bobici! ora che lo so posso dire "Ottima ricetta, che rappresenta in pieno i miei gusti". Brava

    RispondiElimina
  19. @renata: prova vedrai che piacerà anche ai tuoi bimbi, i chicchetti del mais hanno proprio un buon sapore. un bacio

    @babi: se provi fammi sapere mi farebbe molto piacere, un abbraccio

    @artù: si non è molto diffusa la cultura delle minestre con il mais fresco

    @yrma: e vogliamo parlare delle pnnocchie arrostite? troppo buoneee

    RispondiElimina
  20. @2 amiche in cucina: si in effetti l'uso nelle zuppe e minestre non è molto conosciuto

    @claudia: si soprattutto perchè il mais mitiga il gusto dei fagioli, un bacione nella

    @mary: eh si ti tocca proprio! un bacio

    @tina: grazie, ci sei mancata!!!

    RispondiElimina
  21. @edvige: mai mangiata se non in casa, l'unico sfizio che mi concedo nei locali è la jota servita dentro al pane, ma così solo in Slovenia l'ho vista presentare

    @clò: ma grazie, vengo a vedere subito. Sono stata un pò fuori dal blog in questi giorni, ma cerco ora di rimettermi in pari!!!

    @ombretta: sì sono simili ma diverse, con un gusto bend istinto, prova!!

    @Donaflor: grazie mille cara, un abbraccio

    RispondiElimina
  22. Nooo!!!!Non posso crederci!!!!!Che bello!!!!Grazie per il commento.....e' bello sapere che tifi juve pure tu!!!!!!!Buona vita e buona cucina!

    RispondiElimina
  23. Nooo!!!!Non posso crederci!!!!!Che bello!!!!Grazie per il commento.....e' bello sapere che tifi juve pure tu!!!!!!!Buona vita e buona cucina!

    RispondiElimina
  24. @Vane: grazie mille cara, beh se hai le pannocchie a portat di mano non puoi che provare!!!

    @tiziana: ahaha come lo capisco bene quel sarei....

    @ilaria: beh dai diciamo che è un buon piatto verduroso, ricco e sano, poi il calcolo delle calorie lo alscio a chi lo fa per mestiere

    @lory: anche io amo molto i piatti tradizionali, raccontano la nostra storia e per questo non dovrebbero andar persi

    RispondiElimina
  25. Io, io voglio favorire, di sicuro! Deve essere una bontààààà!!!

    RispondiElimina
  26. @iva: grazie, sono parole magnifiche

    @sabrina: ahaha beh si tra bobici e chicchi di mais non c'è molta assonanza :)

    @raffaella: eh si ci sono anche io, un bacio

    RispondiElimina
  27. @elly: buono e leggero, come la tua vellutata che mi è entrata in testa. un bacio

    RispondiElimina
  28. ho iniziato a leggere la ricetta e non ero sicura di aver capito! poi ho capito che era veneto! ahahah bella idea! e bella ricetta! ciao da In cucina da Eva

    RispondiElimina
  29. benissimo, oggi siete in sintonia con me visto che ho iniziato la dieta.
    Piatti favolosi come sempre
    baci sabina

    RispondiElimina
  30. @eva: è triestino, ma è simile al veneto, perdonata ;)

    @Sabina: a dieta tu????? ma a me sembri in formissima

    RispondiElimina
  31. Perfetta per la mia dieta!! A me il mais piace tanto, nelle mie insalate non manca mai ma nella versione zuppa ancora non lo conoscevo..deve essere proprio buono questo piatto! E complimenti a tutte voi perchè questo appuntamento si arricchisce sempre più!
    Baciotti amichetta ;)

    RispondiElimina
  32. avevo pensato di cuocere il mais..ma non pensavo potesse essere una ricetta tipica italiana! una bella zuppa e se vogliamo anche senza glutine! ciao cara! belle proposte! mi piace questo vostro appuntamento!

    RispondiElimina
  33. Non ho mai visto una minestra con i chicchi di mais...non la smetti mai di stupirmi, ne?? Un abbraccio.

    RispondiElimina
  34. avevo pensato di cuocere il mais.. ma che fosse una ricetta tipica italiana..mai! complimenti per la bella proposta! e poi se vogliamo è anche senza glutine!! ciao cara!

    RispondiElimina
  35. Davvero una ricetta interessante, ed in più abbiamo imparato anche questa volta qualcosa in più sui piatti tipici della tua regione!!! brava!
    Ciao!

    RispondiElimina
  36. Che ricetta molto particolare!!!!!!!!!
    Baci

    RispondiElimina
  37. Oh io ne voglio eccome! Per fortuna che c'è questa rubrica, non riesco più a passare da te spesso come facevo prima e mi mancano un po' le chiacchiere con la bimba con il grembiulino rosa, spero che non si sia dimenticata di me. Un bacio speciale

    RispondiElimina
  38. Stefania eccomi...oggi giornata senza pc, non ne avevo voglia....ma non potevo non passare dalle "regionali"...
    complimenti per questa minestra, molto invitante, ma lo sai per me tu sei una certezza!!!!
    Bacioni little sister

    RispondiElimina
  39. @Valentina: provalo, rende le zuppe molto fresche!!

    @vicky: ti ho stupita insomma! un abbraccio cara

    @Tinny: ci provo ihihih un bacio

    @semplicemnte buono: grazie, lo stesso vale per me con le vostre ricette

    RispondiElimina
  40. @Laura: si è vero

    @carla emilia: tranquilla non mi sono dimenticata di te, anzi ti penso spesso e a volte mi chiedo che stai facendo, fatti sentire qualche volta, un bacio

    @carla: una giornata senza pc ogni tanto ci vuole, un bacio

    RispondiElimina
  41. Be' i fagioli fanno un gran bene ..e il mais nella minestra è insolito davvero!!!!
    un bacione ..ieri stadio in visibilio, ne? complimenti!!!

    RispondiElimina
  42. Miiiticaaa! Buonissima quella che preparavo in campagna andando a raccogliere le patate togliendole dalla terra con la forca di ferro, le carote, il pomodoro, la cipolla, i fagioli ed il mais : tutto dopo un paio d'ore nella pentola si trasformava in un piatto squisito condito con un bel pezzo di prosciutto crudo, anzi "spaletta" (spalla) di maiale, l'ultimo prosciutto (gamba posteriore) veniva conservato per la vendemmia, mentre il primo si mangiava a Pasqua!

    Buona settimana!

    RispondiElimina
  43. @elena: si è insolito ma credimi che è buonissimo

    @Renata: e quello si che era ancora più buono con le evrdure tirate fuori dalla terra e buttate subito in pentola!!! Buona settimana a te

    RispondiElimina
  44. Ora che mi ci fai pensare, tanto tempo fa' preparai una vellutata con il mais! Buona la zuppa!

    RispondiElimina
  45. Ciao, questa proprio non la conoscevo....da provare!!!
    Certo che questa rubrica ci fa conoscere un sacco di ricette della nostra bella Italia!!!
    Baci

    RispondiElimina
  46. Fantastico piatto, colorato ed estivo!!

    RispondiElimina
  47. @nani: ma davvero? era una ricetta tua regionale?

    @laura: si è vero è una rubrica utilissima per non far scomparire le bontà italiane

    @suzy: verissimo, un bacio

    RispondiElimina
  48. Buongiorno Stefania!! Scusa il ritardo am in questo periodo ho un sacco d'impegni e quando trovo un pò di tempo faccio un giro tra i vari blog per commentare!
    Tesoro ma la tua ricetta mi piace un saccooooo!! Da provare assolutamente!!!
    bravissima davvero!
    un bacionee

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille cara, un bacione a te, coem vedi anche io passo in ritardo sigh

      Elimina
  49. Che ricetta meravigliosa!!!!! Non la conoscevo e sarà dura trovare il mail novello ma mi piace da morire!!!! Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie ely, è una ricetta infatti poco conosciuta al di fuori di Trieste, un abbraccio

      Elimina
  50. Suggerisco una variante da me attuata utilizzando una ricetta simile cilena. Passare un attimo nel tritatutto una parte dei chicchi di mais fresco al fine di farne uscire il "latte" dal loro interno. Cucinare assieme agli altri chicchi. La zuppa, una volta cotta con tutto il resto, ha un gradevolissimo sapore di polenta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti ringrazio giancarlo per aver arricchito la ricetta con il tuo consiglio, ovviamente questa è una ricetta regionale per cui tale resta, però provare e variarla di tanto in tanto non è un'idea cattiva.

      Elimina
  51. questa è una prova 1

    RispondiElimina
  52. di funzionamento del tuo sito, dal momento che
    ho commentato e pubblicato alcuni commenti che
    non sono apparsi sulla relativa pagina :-)

    Questo mi fa capire che il sito funziona.. ma che magari i commenti che non erano graditi.

    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sul mio blog viene pubblicato tutto quelle che mi viene scritto tranne offese gratuite e spam, commenti, critiche e consigli hanno tutto il loro spazio. Per la amleducazione come non ha spazio nella mia vita non ce l'ha nemmeno sul mio blog

      Elimina
    2. Cara Stefania,
      forse ti sbagli e ti confondi con qualche altra persona.

      Io sono una persona gentile ed educata e nei miei due commenti non ho mai né offeso nè fatto alcun tipo di spam.

      Ciao

      Elimina
    3. Saper leggere a volte è utile, io ho detto le mie linee guida non ho detto i tuoi commenti sono stati eliminati per questo motivo.

      comunque caro Anonimo sei certo/a che il tuo commento sia stato inviato correttamente? Ah la prossima volta sei pregato/a di firmarti con tanto di nome e cognome reali non fittizi. Grazie per l'interesse

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...