Se ti piace il mio blog clicca qui

mercoledì 23 maggio 2012

Spaghetti alla gricia

©http://nuvoledifarina.blogspot.it La gricia è uno dei condimenti laziali più tipici e più antichi; da molti è conosciuta come l'amatriciana in bianco e infatti si distingue da quest'ultima per l'assenza di pomodoro, infatti questo tipo di condimento risale a molti anni prima che il pomodoro scoperto in America venisse portato in Europa. Il termine gricia sembra derivi da Grisciano, una piccola frazioncina di un paese vicino ad Amatrice; il condimento è fatto di ingredienti semplici che rispecchiano ciò che era a disposizione dei contadini di tanti anni fa ovvero pecorino e guanciale stagionato. Nella sua semplicità la gricia è un condimento ricco di gusto e che merita di essere provato almeno una volta. Nonostante si possa usare qualsiasi formato di pasta, per rimanere nella lazialità del piatto è preferibile usare spaghetti o bucatini o rigatoni, tre formati di pasta che nella cucina, soprattutto romana, hanno grande impiego. Ma ecco la mia gricia e nel raccontarvela mi farò aiutare dal grande Aldo Fabrizi con la sua poesia "La cottura":


io ho usato:

200 gr di spaghetti
100 gr di guanciale stagionato
abbondante pecorino romano grattugiato
sale, pepe
olio extravergine di oliva
Mettiamo a bollire l'acqua salata per cuocere gli spaghetti

Er sale è mejo poco, l'acqua assai,
un litro a etto, l'unica maniera,
perché la Pasta nun s'incolli mai.

tuffiamo gli spaghetti e lasciamo cuocere finché non sono al dente, nel frattempo in una padella facciamo sfrigolare con un goccio di olio il guanciale finché il grasso non diventa trasparente e il guanciale risulta croccante. Non appena la pasta è cotta, la scoliamo e fermiamo la cottura passandola sotto al rubinetto velocemente perché la pasta non deve freddarsi. Scoliamo bene e trasferiamo tutto nella padella con il guanciale e mescoliamo bene aggiungendo abbondante pecorino romano grattugiato

Doppo girata un attimo, scolate:
quanno l'urtima gocciola viè fòri
conditela de prescia e scodellate

Prepariamo i piatti e mettiamo sopra ogni piatto ancora un po' di pecorino e spolverizziamo con una macinata di pepe nero.

Si c'è quarcuno attenti a controllavve:
« mangiate calmi, piano, da signori » ,
si state soli... attenti a nun strozzavve



37 commenti:

  1. adoro questo piatto, più che dell'amatriciana

    RispondiElimina
  2. sei troppo forte, hai preparato una splendida gricia, inserita! Bacio SILVIA

    RispondiElimina
  3. Bellissima gricia e bellissima poesia all'interno della ricetta! bravissima! buona giornata

    RispondiElimina
  4. A casa nostra va alla grande!!! è sempre Ric a cucinarla.. Ottima la tua.. baci e buona giornata!!!:-)

    RispondiElimina
  5. Che bello Stefania questo post con tanto di poesia! Davvero interessante sapere il nome originale, io la facevo ma non sapevo si chiamasse cosi! Ahahhah
    A casa di artu succedono questa ed altre mille cose!

    RispondiElimina
  6. non sapevo si chiamasse cosi! me gusta mucho :)

    RispondiElimina
  7. La conosco bene, ottima ricetta e bellissima la poesia!

    RispondiElimina
  8. Bravissima hai fatto questo piatto della mia citta' alla perfezione!!!Sono davvero buonissimi!!!Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  9. Ottimi gli spaghetti preparati così!!!!

    RispondiElimina
  10. così bianchi sono quelli che preferisco!

    RispondiElimina
  11. E' magnficooooo, che ricordiiiii, mia nonna li preparava a mio nonno, romano doc. ;-) Che brava a ricordarci che non possiamo perdere la nostra identità e le nostre tradizioni!!! Tu le rappresenti sempre alla grande anche con il regionale. Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  12. avevo gia' sbirciato questo piatto gustosissimo questa mattina,a quest'ora anche se ho gia' pranzato lo assaggerei ugualmente!

    RispondiElimina
  13. Ma sai che io non la conoscevo e non sapevo proprio la differenza...Insomma oggi da te scopro che devo assolutamente provarla!!!!!!!!!!!
    Un bacione Stefania

    RispondiElimina
  14. Ma buona!!!!! Mamma mia stra buona, la preparo quanto prima!!!! Baci

    RispondiElimina
  15. Ne è rimasta un po'???? No??? Va beh allora la faccio io!!! Ma naturalmente con la tua SUPER ricetta!!!
    Bacioni

    RispondiElimina
  16. Che fame mi hanno fatto venire questi spaghetti. Buonissimi. Ciao.

    RispondiElimina
  17. da quanto non la mangio...che bonta'...che voglia
    di rifarla..ti copio..Grazie!!
    baci

    RispondiElimina
  18. Quando mi ero appena avvicinata alla cucina gli avevo fatti, avendo solo pancetta nel frigo e credevo di avere avuto chissa quale idea geniale... Poco tempo dopo ho scoperto che questo delizioso piatto faceva parte della tradizione laziale... :D

    RispondiElimina
  19. Vorrei fare come lilli e il vagabondo con la scena degli spaghetti: iniziare da un capo e mangiare in un solo boccone l'intero piatto :)
    Ciao cara,
    Tiziana

    RispondiElimina
  20. Buona buonaa buonaaaaaaaaaaaaaa, io la preferisco e la faccio 100.000 volte di più dell'amatriciana. Sicuramente non la faccio benissimo come te, ma cerco di arrangiarmi al meglio!Pensa che io questa senza pomodoro credevo che si chiamasse "Spaghetti alla Matriciana" quelli di Matrice! E' propio vero che non si finisce più di imparare!
    Ciaooo cara e buona serata::)))

    RispondiElimina
  21. Eheheh troppo divertente la spiegazione.
    La pasta è un delirio. Un abbraccione...

    RispondiElimina
  22. Che bello leggere la storia di questa ricetta:) non la conoscevo per niente, bella scoperta davvero!
    A presto:**

    RispondiElimina
  23. pensa che a prima vista avevo letto spaghetti alla griglia ahahahahah,
    e sempre vista mi sembrano davvero buonissimi,anche se non sono alla griglia ahahahahah
    bacioni

    RispondiElimina
  24. Ottima!!! In casa mia è uno dei piatti più amati in assoluto, anche se non siamo laziali :)!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  25. mmmmhhhhh... questa grigia è splendida!!! ingredienti semplici che formano un piatto eccezzionale!!! buona notte un bacione

    RispondiElimina
  26. @elena: anche per me è più buono

    @silvia: grazie mille

    @giulia: grazie cara

    @claudia: ma il tuo ric è un signor cuoco insomma!! fortunella

    RispondiElimina
  27. @artù: il bello dei blog è che ci dicono i nomi delle cose che facciamo e non sappiamo chiamare

    @giulia: grazie mille

    @vale: grazie

    @rossella: detto da una romana è un gran complimento

    RispondiElimina
  28. @vanessa: grazie mille

    @cristina: anche per me, si apprezza meglio il gusto dei singoli ingredienti

    @yrma: grazie per le magnifiche parole, un bacione

    @cinzia: ahaha e fai bene è appetitoso a qualsiasi ora

    RispondiElimina
  29. @renata: oa che la conosci devi assolutamente provarla

    @ely: hai detto una cosa giusta è stra buona

    @carla: poi fammi sapere eh eva

    @giovanna: grazie mille

    RispondiElimina
  30. @enza: ma come..fila in cucina a prepararla

    @iva: ahah anche a me è capitato con alcune ricette, mi sembrava di aver fatto chissà che scoperta ahaha

    @tì: anche iooooo

    @bruna: invece secondo me la fai benissimo, un bacione

    RispondiElimina
  31. @laura: grazie mille

    @tinny: immaginavo che apprezzavi tu, è ironica e divertente come te quella poesia

    @claudia: grazie mille

    @franca: ma sai che alla griglia no ma alla piastra li fanno i cinesi?li devo fare, mi hai dato un'idea

    RispondiElimina
  32. @emanuela: è una pasa molto gustosa ci credo che sia il piatto preferito in casa tua

    @tiziana: grazie mille, un bacione

    RispondiElimina
  33. Fattelo dire Stefà! Li hai fatti PERFETTI!!!! Le tue origini non smentiscono!!! Detto da me, romana doc... credici! Non hai sbagliato un passaggio. E aggiungo... è uno dei migliori piatti di pastasciutta che possiate mangiare! Non cambiate gli ingredienti di Stefania!!! Sono questi, solo questi!!! Bacio e grazie per diffondere questa ricetta bellissima!!

    RispondiElimina
  34. Che bello questo post!conoscevo anch'io questa poesia di Aldo Fabrizi,il grande!!!gli spaghetti son fenomenali cara!!Buona giornataa

    RispondiElimina
  35. Un validissimo aiuto grande fabrizi un piatto che merita in tutti i sensi

    RispondiElimina
  36. Spot on with this write-up, I truly believe that this amazing site needs
    much more attention. I'll probably be back again to read more, thanks for the advice!

    My website online gambling

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...