Se ti piace il mio blog clicca qui

mercoledì 23 aprile 2014

Spaghetti al vino rosso e parmigiano



Spaghetti al vino rosso e parmigiano


©http://nuvoledifarina.blogspot.it Ci sono incontri nella vita che ti fanno riflettere; il 31 gennaio ho avuto la fortuna di incontrare lo chef Alessandro Borghese, che durante la presentazione dell'ultimo suo libro ad una domanda sul come si sentisse in mezzo a questa marea di chef ed emergenti esperti nel settore culinario rispose con un semplice "Io mi sento me stesso". Ci spiegò come ultimamente, complici anche le trasmissioni culinarie, chiunque si poteva svegliare al mattino e dire la sua in ambito culinario e ci fece una distinzione in categorie: ci sono quelli che si concentrano su un livello alto e cercano sempre di migliorarsi andando alla scoperta di ingredienti e combinazioni di sapori sempre più ricercati, ci sono poi quelli che, come lui, cercano di creare nuovi piatti rifacendosi alle tradizioni e usando ingredienti normali e reperibilissimi da tutti (Borghese è uno dei pochi chef che inserisce nei suoi menù il pollo anche in piatti super raffinati), e ci sono poi i tuttologi quelli che ogni mattina si alzano e sono esperti senza basi e senza studi di ogni singolo settore del campo culinario. Ecco riflettendoci bene queste sue osservazioni possono essere applicate anche al mondo dei blog: da molti di questi io ho scoperto e imparato l'uso di ingredienti particolarissimi e anche esotici, da altri ho imparato che il voler essere a tutti i costi presenti in ogni singolo settore non offre nulla perché la mancanza di basi si sente ad ogni singola parola, non c'è spiegazione non c'è un perché a parte quattro nozioncine reperibilissime anche su wikipedia. E poi ci sono quei blog "alla Borghese", quelli un po' da osteria come direbbe la mia amica Artù, e io lì mi ci trovo benissimo: con ricette semplici, ingredienti facili da trovare (anche se poi una puntatina nel mondo aulico la facciamo tutti), e sempre con una spiegazione da dare a chi chiede lumi. I blog da osteria non sono tuttologi, non salgono su una cattedra per insegnare come e cosa mangiare; dicono la loro in base alla loro esperienza quotidiana e poi se quello che raccontano si inserisce in un ambito culinario questo avviene senza pretese bacchettone. Bene, dalla mia sedia da osteria, oggi racconto un piatto semplice, veloce? No, di più! Mio? No, Suo, ovvero di Alessandro Borghese. L'ho portato sulla mia tavola su una bella tovaglia da osteria con un bicchiere da osmiza (o frasca) per il vino rosso, niente calici, niente lusso, solo convivialità. Benvenuti alla mia tavola:




Ingredienti per 4 persone

400 gr di spaghetti
500 ml di buon vino rosso corposo
100 gr di parmigiano grattugiato
sale, pepe
olio extravergine di oliva

Procedimento:

Mettiamo sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata e portiamola a bollore; nel frattempo in una padella saltapasta versiamo tutto il vino e facciamolo bollire per circa 3-4 minuti per far evaporare la parte alcolica e ottenere un gusto meno forte nel piatto. Quindi abbassiamo la fiamma e lasciamo in attesa.
Quando l'acqua nella pentola bolle tuffiamoci gli spaghetti e lasciamoli il tempo necessario affinché questi si ammorbidiscano, basteranno un due minuti al massimo; poi scoliamoli (tenendo da parte un po' di acqua di cottura) e tuffiamoli nella padella con il vino dove finiranno di cuocersi aggiungendo l'acqua messa da parte se necessario. Quando manca circa un minutino alla fine della cottura degli spaghetti, aggiungiamo in padella l'olio extravergine di oliva che legandosi all'amido della pasta e al vino creerà una salsina golosissima e dal bel colore viola-vino. A questo punto diamo una bella grattugiata di pepe, aggiungiamo il parmigiano e mettiamo nei piatti. Mangiamo bevendo lo stesso vino di cottura della pasta.

Nota:
La ricetta la potete trovare a pag. 167 del libro "Tu come lo fai?" Di Alessandro Borghese. Nel libro ci sono anche suggerimenti musicali piatto per piatto, su questo Alessandro ci consiglia di ascoltare e cantare Cryin' degli Aerosmith, una ballata dal lontano 1993.




77 commenti:

  1. Mi hai lasciata senza parole, leggere questo post e il mio nome accanto a quello di Chef Alessandro Borghese (peraltro uno dei miei preferiti) mi gratifica e mi fa prendere alla grande questa giornata!!!!

    non conoscevo la ricetta, ma da appassionata di vino non posso che apprezzare e segnare tra quelle da fare al più presto!!!!
    spettacolare....davvero!!!

    RispondiElimina
  2. adoro questi spaghetti, io una volta ho provato il risotto al vino rosso, bacio SILVIA

    RispondiElimina
  3. Concordo con quanto espresso da Alex....ma oggi va i moda la ricerca....la nicchia...l'abbinamento che deve fare a pugni solo sentendo i nomi ma allo stesso tempo deve piacere perchè chi la propone ha tante stelle...ecc ecc ecc.Quasi tutti i piatti dei cosidetti chef per la comune massaia sono introvabili perchè non si può usufruire de suoi stessi fornitori o non attuabile per la complicatezza del piatto non avendo gli "ordegni " adatti e la brigata a comando. Sai Stefania, un chef che mi piace che è alla mano che usa anche ingredienti poveri, semplici (i più complicati li lascia per il suo ristorante) che propone un guanciale fresco che a nessuno verrebbe in mente di usare è Ramsey. Ha una marci in più se hai occasione guarda qualcosa su YouTube. Ottimo questo piatto inusuale e semplice..mente gustoso. Grazie cara un abbraccio evviva l'osmiza quella buona.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Edvige, Ramsay è un altro chef che ha due versioni di sé: lo stellato per i suoi ristoranti chic e il semplice per noi comuni mortali. Ben vengano persone competenti così

      Elimina
  4. Evviva noi blogger da osteria!!!
    Ricetta veloce di quelle che ti salvano in certe situazioni, da provare!
    Presentazione e foto bellissime
    Un bacione

    RispondiElimina
  5. io non ho mai messo il vini rosso come ingrediente per la pasta ma ammetto che l'idea di una ricetta nuova mi piace sicuramente la proverei mi piacciono le novitá!e poi perché non metterlo se piace?ti rubo la ricetta

    RispondiElimina
  6. Questa riceta nella sua semplicità è un grande piatto, pochi ingredienti di altissima qualità, si combinano alla perfezione . Buona giornata Daniela.

    RispondiElimina
  7. Adoro Alessandro Borghese e le sue ricette, forse perchè mi ci ritrovo nella descrizione che hai fatto dei blog da osteria. Sono curiosa per quanto riguarda nuovi ingredienti, ma alla fine ricado sempre sul classico e intramontabile "gusto italiano" Quindi dalla mia sedia da osteria, prendo spunto e appunto questo piatto che ancora non avevo visto tra i suoi suggerimenti. Grazie per averlo condiviso.

    RispondiElimina
  8. Ottimo piatto, facile ma pieno di gusto :)
    Un bacione :)

    RispondiElimina
  9. rubo anche io questa ricetta che mi incuriosisce molto.
    Fiera di fare parte dei blog da osteria :-)

    RispondiElimina
  10. è vero ultimamente si sentono tutti grandi chef e dispensano consigli solo perchè guardano gambero rosso. Mi piace molto alessandro borghese e seguivo con interesse il suo programma di cucina perchè alla fine preparava piatti con ingredienti semplici ma di grande effetto! mi piace molto il tuo piatto, è una ricetta che mi ha colpito soprattuto per il colore finale ;)

    RispondiElimina
  11. Cara Stefy io lo adoro lui!!! è uno chef che mi piace tantissimo..simpatico, bello e poi propone delle ricettine semplici ma davvero molto gustose..come questi spaghetti che mi proponi oggi...semplici da preparare ma sono sicura davvero molto gustosi e sfizosi...penso proprio che stasera li rifaccio , mi hai fatto venire una voglia!!!

    RispondiElimina
  12. Una ricetta meravigliosa, per non parlare dello chef Borghese, uno dei miei preferiti, preciso, pulito, simpatico e molto molto bravo!!!! Vorrei replicarla anche io, chissà se mi viene bene!!

    RispondiElimina
  13. Viva viva l'osteria! Come dico (e scrivo) amo la creatività e la ricerca in cucina, ma non deve essere fine a se stessa. Questi spaghetti sono deliziosi, semplici, rustici, saporiti. Brava! Un bacio

    RispondiElimina
  14. Mi piace questa cottura che finisce in padella col vino...complimenti !!!

    RispondiElimina
  15. che bella ricetta ruspante, mi piace proprio ! Un abbraccio grande

    RispondiElimina
  16. che bontà! mi procuro un buon vino rosso e rifaccio subito questo bel piatto!

    RispondiElimina
  17. mi piace la tua tavola così semplice, ma tanto gustosa e per Alessandro Borghese, ho un debole proprio perchè considero la sua cucina semplice ed accessibile a tutti. Mi siedo alla tua tavola e proprovo con piacere i tuoi spaghetti al vino rosso. Complimenti!!!

    RispondiElimina
  18. nooooo che fortunaaaa!! hai incontrato il mio chef preferito, quello che ho sempre seguito in tv, quello che sa spiegare in modo semplice i passaggi e te li fa ricordare a vita... io lo adoro, dal suo programma deriva il nome del mio blog: Cucina con Tonia.. dovrò acquistare il suo libro! questa sua ricetta è fantastica, mai provato a fare gli spaghetti al vino!! complimenti...

    RispondiElimina
  19. ho seguito spesso in tv Alessandro Borghese e lo seguo anche su fb, mi piacciono le sue proposte e non da meno questo piatto delizioso da provare assolutamente!!
    bacio

    RispondiElimina
  20. Grande Alessandro Borghese !

    Bello, bravo, simpatico e grande cuoco.

    Laura

    RispondiElimina
  21. Che bontà questo piatto, lo copierò molto presto

    RispondiElimina
  22. Alessandro Borghese è simpaticissimo e le sue idee culinarie sono interessanti, come i tuoi spaghetti che proverò con piacere.

    RispondiElimina
  23. ricetta davvero originale, molto belli a vedersi gli spaghetti che prendono questo colore grazie al vino, la proverò sicuramente la tua ricetta

    RispondiElimina
  24. adoro borghese, per simpatia e lo apprezzo naturalmente anche per le sue doti da chef...credo sia stato bellissimo partecipare alla presentazione del suo libro..
    mi incuriosisce molto la tua ricetta...non ho mai provato una preparazione simile...

    RispondiElimina
  25. Alessandro Borghese è uno dei miei chef preferiti, lo segui sempre in tutti i suoi programmi, e devo dire che quando seguo i suoi consigli tutti i miei piatti escono alla perfezione, ma solo grazie a lui!

    RispondiElimina
  26. mi piace questo tipo di convivialità, mi piace lo chef Borghese, bello il tuo post, ogni parola la condivido pienamente e per quanto riguarda la tua ricetta da rifare subito, bravissima

    RispondiElimina
  27. questo piatto ha un aspetto fantastico..mi incuriosisce molto, la pasta deve avere un ottimo sapore dopo aver assorbito il vino...bella da vedere e sicuramente gustosa

    RispondiElimina
  28. amo Borghese e proprio come te amo i piatti semplici e ricchi di sapore che tutti possono fare.
    Il libro mi manca e spero di riuscire a reperirlo presto...la ricetta invece l'ho già segnata e non credo aspetterò molto a provarla!!
    a presto

    RispondiElimina
  29. Per chi come me ama sperimentare ricette che valorizzino anche l'aspetto cromatico, questa tua ricetta è un vero portento! Un abbinamento insolito tutto da provare!

    RispondiElimina
  30. Una ricetta semplice e particolare di grande effetto visivo, adoro le proposte di Alessandro Borghese .

    RispondiElimina
  31. Un accostamento molto originale, che non mancherò di provare!!
    Buonanotte Stefania

    RispondiElimina
  32. deliziosi questi Spaghetti al vino rosso e parmigiano proposti da Alessandro Borghese, mi piacerebbe molto gustarli, sicuramente azzeccato l'abbinamento alla canzone degli Aerosmith

    RispondiElimina
  33. una ricetta nuovissima per me da provare per assaporare gusti nuovi e deliziare il palato

    RispondiElimina
  34. Ciao Stefania ho molto apprezzato visivamente questa leccornia che hai preparato su consiglio del grande Alessandro. Mi piacerebbe preparare questo piatto in occasione del compleanno di mia figlia Irene Grazie mille

    RispondiElimina
  35. Una ricetta davvero particolare la tua, l'aggiunta del vino nella pasta è proprio una novità assoluta per me, questi spaghetti sembrano invitanti

    RispondiElimina
  36. nella tua "osteria" verrei a mangiare ogni giorno, questi spaghetti sono davvero invitanti

    RispondiElimina
  37. Questo piatto mi stuzzica molto.
    I miei gusti "parteggiano" per l'osteria. Quindi non posso che concordare con quanto hai scritto. Poi Alessandro Borghese, mi è simpatico. :)

    RispondiElimina
  38. complimenti per la bella esperienza e ti devo fare i complimenti anche per la ricetta te la rubo

    RispondiElimina
  39. ricetta particolare sicuramente,proveremo in casa per gli amanti del buon vino !

    RispondiElimina
  40. adoro queste ricettine semplici ma ricche di gusto; devo provarla anch'io, gli ingredienti non mi mancano, mi devo solo mettere all'opera!

    RispondiElimina
  41. che bontà questa ricetta semplice originale e sicuramente molto gustosa complimenti sei bravissima

    RispondiElimina
  42. se non ci ubriachiamo noi facciamo ubriacare i piatti :D ottima idea di piatto alternativo

    RispondiElimina
  43. Un esperienza davvero pazzesca non puoi capire quanto ti invidio visto che a me LUI piace davvero tanto..è bravissimo e riesce a creare dei piatti super buoni anche se semplicissimi...questi spaghetti che mi proponi oggi sono da rifare al piu' presto anche perchè di semplice preparazione ma davvero molto gustosi...bravissima come sempre!!!

    RispondiElimina
  44. Ciao cara bello il tuo racconto/premessa su Alessandro Borghese, un piacere leggere queste testimonianze deve essere davvero una bella esperienza per una come te appassionata di cucina ;). Veniamo alla ricetta... lo sai, che non ho mai assaggiato gli spaghetti al vino rosso? Un esperienza che devo assolutamente assaporare, alla prossima

    RispondiElimina
  45. premetto che adoro Alessandro Borghese e che lo seguo da tempi non sospetti e la sua cucina la trovo davvero semplice e facilmente replicabile....fossero tutti cosi' gli chef blasonati....mangeremmo meno fiorellini ed erbette ;-)
    Questi spaghetti sono fantastici....non li ho mai mangiati cosi'....complimenti come sempre!

    RispondiElimina
  46. Adoro Alessandro Borghese, seguivo spesso le sue ricette... mi ero proposta di prenderlo anch'io il libro proprio per seguire i suoi consigli, comunque devo farti i complimenti per la presentazione del piatto, sei molto brava :)

    RispondiElimina
  47. Ma lo sai che gli spaghetti sono il mio formato di pasta preferito..li mangerei sempre a tutte le ore e anche conditi con un filo di olio a crudo e un bel po' di parmigiano!!! al vino rosso non li ho mai fatti ma credo che gli conferisca quel gusto in piu'..li proverò senz'altro!!!

    RispondiElimina
  48. Ciao cara un piatto notevole e ben presentato; un sapore che mi incuriosisce molto di provare

    RispondiElimina
  49. Ho letto il tuo post con l'acquolina in bocca..questo piatto di spaghetti che hai preparato deve essere buonissimo e anche semplice da preparare..molto gusotso e poi conferisce agli spaghetti quel colore che mi ispira proprio...un bel piattino lo sai che me lo mangeri molto volentieri anche adesso!! grazie come sempre delle tue ricette!!!

    RispondiElimina
  50. che fortuna aver conosciuto il mitico Alessandro Borghese!!!! Bello e bravo! adoro la sua cucina e questi spaghetti al vino rosso sono degni di una suo piatto! dovrebbe assaggiarli! bravissima *-*

    RispondiElimina
  51. Io sono un'amante della pasta e uno spaghetto al vino rosso non l'avevo mai assaggiato! Sembra invitante devo dirti.. mi incuriosisce tanto scoprire che gusto abbia!

    RispondiElimina
  52. grazie per questa insolita ricetta ,che vorrei provare a preparare al piu' presto! M e la copio cosi nn la perdo

    RispondiElimina
  53. davvero gustoso e semplice da preparare il piatto che ci proponi oggi, adoro il vino rosso, devo provarlo con gli spaghetti!!

    RispondiElimina
  54. Che ottimo piatto..sara gustosissimo! Mi piacerebbe proprio provarlo al piu presto. Hai preparato una delizia.

    RispondiElimina
  55. Proverò sicuramente a farli dato che amo le nuove ricette ^^

    RispondiElimina
  56. Questo piatto è una delizia. Indubbiamente ti rubero la ricetta e la faro provare al mio fidanzato.. ne rimarra entusiasto!

    RispondiElimina
  57. un primo piatto davvero particolare questo, un abbinamento insolito che mi incuriosisce e credo che lo rifarò per provarne anche il sapore

    RispondiElimina
  58. una ricetta davvero unica, molto colorata ed originalissima, deve essere anche molto ma molto buona, complimenti si presenta molto bene.

    RispondiElimina
  59. Una ricetta molto invitante , si possono usare tutti i tipi di vino rosso per realizzarla ?

    RispondiElimina
  60. che bella ricetta, e che piatto davvero bello, complimenti che gran fortuna hai avuto!!!!

    RispondiElimina
  61. Mi piace sempre sperimentare nuovi gusti ed abbinamenti e quindi proverò anche questa semplice ricetta che sono certa sarà una piacevole sorpresa.

    RispondiElimina
  62. ma sai che hai fatto un ottimo abbinamento?sono curiosa di provarlo!

    RispondiElimina
  63. Io adoro Alessandro Borghese, seguo sempre le sue ricette sfiziose, che fortuna averlo incontrato! bella questa ricetta contenuta nel suo libro, devo provarci!

    RispondiElimina
  64. Mi piace molto Alessandro Borghese perchè non cammina tre metri sopra il cielo ma si comporta da comune mortale, è simpatico, estroverso e verace e questo piatto esprime tutta la sua personalità.

    RispondiElimina
  65. Notevole questa ricetta che valorizza cromia ed impiatto per un impatto visivo che lascia il segno. Sono curiosa di assaporarne il gustoo, pertanto la realizzerò quanto prima!

    RispondiElimina
  66. una ricetta di alta' cucina per deliziare i palati con gusti nuovi,ma anche solo gli occhi con la combinazione di colori

    RispondiElimina
  67. Un piatto veramente singolare nella sua semplicità, l'idea di cuocere gli spaghetti nel vino rosso è intrigantissima.

    RispondiElimina
  68. Molto invitanti questi spaghetti al vino rosso, brava e viva alessandro borghese ;)

    RispondiElimina
  69. ciao arrivo al tuo blog è trovo un piatto che mi stuzzica curiosità allora non ho potuto non fermarmi a lasciarti un commento ed i miei complimenti per il gusto e la presentazione

    RispondiElimina
  70. non sapevo fosse uscito un nuovo libro di Alessandro Borghese...provero' a cercarlo! questi spaghetti sono davvero invitanti ed il colore rosso conferisce un tocco di allergia! bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. caspita.. un tocco di allergia :-) meglio di no !

      Elimina
  71. Ma che delizia particolare..mai vista! Mi piacerebbe proprio riproporre questo piatto eccezionale ai miei cari! Grazie per l'idea e complimenti! Ottima.

    RispondiElimina
  72. Un primo piatto che non ho mai assaggiato ma che mi stuzzica l'appetito... Assolutamente da provare!

    RispondiElimina
  73. Ogni tanto cucino il risotto con il vino rosso ed è molto buono, non ho mai provato gli spaghetti. Questa ricetta è deliziosa nella sua semplicità, da provare!!

    RispondiElimina
  74. Non pensavo che si potessero cucinare gli spaghetti con il vino rosso, sono molto particolari e invitanti..

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...